Registrazione  |  Login

lunedì, nov. 18 03:03

 
 

 
 
 
 
Cerca nel Blog
Archivio Blog
New_Blog
PNP - Campania
Benvenuti!
La sezione del nuovo sito di Progetto Prometeo dedicata alla nostra attività in Campania è a vostra disposizione. Potete contattarci o segnalarci argomenti d'interesse a

Per aderire, seguite la procedura completa di registrazione al sito. Per scrivere ad un membro in particolare di Prometeo in Campania, vedi i contatti a fondo pagina.


In primo piano:


Firefox 2

Add to Technorati Favorites

Manifesti Mortuari per protesta
Luogo: BlogsBlog CampaniaLibero Accesso    
Inviato da: Michele Di Mauro 06/09/2008 7.16
Di seguito riportiamo l'articolo uscito sul quotidiano partenopeo Roma, giovedì 4 settembre 2008, il quale ha riportato l'evento organizzato da Progetto Prometeo a Napoli.

MANIFESTI MORTUARI PER PROTESTA
"Defunta la libera scelta": no ad ogni sbarramento
di Andrea Acampa

NAPOLI. Sono tanti a tentare la via di Medicina, ma pochi riusciranno a superare i test d’ammissione e oltrepassare il primo ostacolo del numero chiuso. Anche per quest’anno non accennano a diminuire le polemiche, tra i futuri medici partenopei insorgono i contestatori, con tanto di manifesti mortuari che “compiangono i defunti”: «diritto allo studio ed alla libera scelta». «Abbiamo organizzato questa nostra protesta - spiega Michele Di Mauro, coordinatore regionale del comitato nazionale progetto Prometeo - per dire no ad ogni tipo di sbarramento universitario. Il diritto allo studio è un cardine della nostra democrazia sancito anche dalla costituzione. Tra tutti coloro che tenteranno di superare i quiz, solo pochissimi di essi riusciranno a far valere i propri diritti. Gli altri si smaterializzeranno nel nulla, non aderiranno mai a qualche iniziativa per protestare contro la violenza che sono costretti a subire, e ricompariranno il prossimo anno, di nuovo sui banchi della prova d’ammissione». Tra i cartelli esposti, numerosi e sicuramente elaborati con grandissima fantasia, spuntano anche quelli rivolti al rettore dell’università Federico II, Guido Trombetti, e quelli rivolti all’ex ministro della giustizia Clemente Mastella che chiedono: «Voglio fare il medico, trasloco a Ceppaloni?». Ma si tratta soltanto di una provocazione? Le cose non stanno esattamente così. «C’è chi - assicura Michele - nell’attuale maggioranza, si è impegnato a modificare questo sistema d’accesso universitario, e noi gli saremo col fiato sul collo». Si tratta dell’onorevole Mario Pepe che sta dialogando con il comitato di studenti mostrandosi ben disposto verso le loro proposte e richieste.
«Aspettiamo questa nuova riforma universitaria - continua Di Mauro - sperando che qualcosa cambi sul serio, l’accesso al sapere deve essere realmente per tutti, la selezione va fatta, quindi, durante gli studi sulle capacità e sull’impegno dei singoli. Con un’università ben organizzata, seria e meritocratica i “fannulloni” non arrivano a laurearsi, il numero chiuso oltre che per ridurre i costi, serve soltanto per restituire quell’aura di severità che oramai l’università da tanto tempo ha perso».


Permalink |  Messaggio di ritorno

Commenti (1)   Aggiungi Commento
Re: Manifesti Mortuari per protesta    Da bastanc a 09/09/2008 5.24
E bravo a Michele.....


Nome:
Titolo:
Commento:
Aggiungi Commento   Annulla 
Contatti Campania

Attenzione! Qualsiasi contatto e-mail non riportato nel presente elenco è da considerarsi NON afferente a Progetto Prometeo Campania. Tutti coloro i quali dovessero ricevere e-mail con contenuti riguardanti l'Associazione da contatti qui non elencati sono tenuti a considerare tali messaggi inviati a titolo solo ed esclusivamente personale dal mittente.

 

Nuove Proposte di Prometeo

I tre punti di Progetto Prometeo

I seguenti punti, che puoi consultare, votare, commentare (usando il post "Nuove Proposte" - Roma 24 maggio 2008), sono delle proposte transitorie che Progetto Prometeo ha avanzato al Governo per una riforma del sistema d'accesso all'università. Questo vuol dire che noi chiediamo che vengano attuati i punti che stai per leggere solo in maniera provvisoria, per arrivare gradualmente ad un'università aperta a tutti i cittadini italiani, come previsto dalla nostra Costituzione. E' importante tenerne conto nella valutazione.

1. Eliminare il tetto massimo di posti a concorso
- Per i corsi di laurea ad accesso programmato, sono immatricolati tutti gli studenti i quali totalizzino un punteggio pari o superiore a 35 punti su 80
- Le domande di cultura generale debbono strettamente attenersi agli argomenti previsti dai programmi ministeriali


2. Ridurre i corsi di laurea ad accesso programmato
- I corsi di laurea ad accesso programmato vanno limitati tassativamente, mediante esplicito provvedimento dello Stato, a quelli previsti dalla legge 264/99, ovvero Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Medicina Veterinaria, Architettura, Scienze Infermieristiche

3. Graduatoria unica per tutti
- Presso ciascuna Facoltà, i candidati sono collocati in una graduatoria unica, la quale accorpi studenti comunitari e non comunitari. Per questi ultimi resta, in ogni caso, obbligatorio il superamento dell'esame di lingua italiana

All pollsCreate polls and vote for free. dPolls.com

Scarica e diffondi il volantino de "I tre punti di Progetto Prometeo" con DivShare.com

"Ora o mai più" tour

Tutte le tappe della Carovana di Prometeo. Scrivici per aggiungere la tua scuola al nostro itinerario


- Liceo Ginnasio Statale G. Garibaldi
Venerdì, 22 febbraio 2008 - ore 9.00
Via C. Pecchia 26, Napoli - Palestra dell'istituto

- Università degli Studi Federico II
RIMANDATA PER MOTIVI NON DOVUTI A PROGETTO PROMETEO
Sede Centrale: Corso Umberto I, Napoli - Aula Pessina

Video
Materiali e Sondaggi
Il Neon

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.

 

In attesa di registrazione presso il Tribunale di Napoli

Collegamenti esterni
I caduti sul lavoro
da antoniodipietro.it

Sito di Michele Di Mauro


Free Tibet

Giù le mani dalla costituzione

Basta! Parlamento pulito

Firefox 2

Condizioni d'Uso  |  Dichiarazione per la Privacy  

 Copyright (c) 2007-2008